L’ignoranza non ha limiti..

dicembre 2, 2008 at 4:57 pm (casi umani, lavoro, personale, vita) (, , , , , )

vecchia_ciabattama_con_classe102-12-08    CoopNordest   Bagnolo new   11.00 am

In quella fredda mattina Amish stava lavorando, riforniva il latte a lunga conservazione (uht) per la precisione, quando ad un certo punto gli si avvicinò una dolcissima vecchietta cheta cheta, che ad occhio e croce aveva una settantina d’anni. Con un fare molto tranquillo e la classica voce da vecchietta si mise a chiamarlo..:

– Ve giovanotto, giovine ! … “spiegami le uova !!”

Amish, con quella poca vitalità a quell’ora del mattino che lo contraddistingue aggrottò la fronte ed alzò vistosamente il sopracciglio destro come per dire..:

“Ecco ci mancava la vecchia rimbambita..”

Ma appena realizzato quello che l’anziana signora volesse intendere, cioè un semplice..:

– “Volevo un’informazione su quelle uova..”

Con una mossa furtiva per non dire sbrigativa si mise tra lo “scaffale uova” e la signora e le chiese come poteva esserle utile. Dopo un monologo della signora di 10 minuti con la padronanza della lingua italiana pari a quella di un canguro in putrfazione, Amish riusci’ a capire che, la nuora dell’anziana le proibi’ di comprare le uova in questione perchè costavano troppo poco e di conseguenza non fossero buone, addirittura puzzassero.

Amish con il suo eccellente modo di gestire certe situazioni, il tono elegante di chi è dalla parte del giusto, le rispose che era tutto a posto, che non si sarebbe dovuta preoccupare perchè era solo una questione di marche. La signora ormai convinta, essendo logorroica si lasciò sfilare dalla bocca un’ultima frase..:

– Ma sai mia nuora mi ha detto che non devo, perchè non sono buone sono gli scarti che mettono qui per i “negri” gli “extracomunitari” insomma “chi loor” (loro)..

Finita la frase si sentii un tonfo, un boato pazzesco nello stabile…erano cascate le palle di Amish !!

Con il solito sorriso idiota ma risolutore il ragazzo liquidò la vecchia, come il suo lavoro ed il buon senso gli imponevano, quando l’istinto invece gli diceva di toglierle le uova da davanti agli occhi e spappolargliele in testa perchè anche lo stesso Amish era un cosidetto “negro”.

Permalink 1 commento

Cadute di stile..

novembre 17, 2008 at 1:10 am (casi umani, donne, vita) (, , , , , , )

Sabato. Coop bagnolo nuovo.

Come al solito sto lavorando, ma sono fuori a caricare la roba sul murale dei freschi, e come al solito al sabato è un trauma essere a “sgobbare” per la montagna di gente che viene a fare la spesa (come se stessero tutti morendo di fame), perchè è l’ultimo giorno della settimana, perchè la notte non dormi visto che sei a ballare fino alle 5 ecc..ecc..ecc..

Immerso nei miei pensieri (pochi il sabato) stanco, affamato, assetato, addormentato o indispettito che sia le BELLE TOPE non mi passano inosservate. Questa è una ragazza/donna sulla trentina, molto probabilmente mamma (lo leggevo nei suoi occhi) con jeans bianchi attillatissimi dentro a degli stivali marrone lucidissimo con le solite pieghe verso la caviglia, magliettina nera semplice semplice con sopra una giacchettina striminzita ovviamente in pelle (nera), aveva dei lughi capelli mossi e neri, ed un viso carinissimo con il solito acceno a lievi rughette qua e la, lo sguardo fiero e serio (tipo, vedi tu quanto sono figa !!). In quel momento, come d’incanto i miei pochi e confusi pensieri diventarono tanti e belli, tanto è che continuo a seguirla con lo sguardo era come se facessi la spesa con lei, dopo un po che la seguivo (naturalmente solo con lo sguardo) mi accorgo che è una donna veramente delicata e finissima e la stavo quasi per giudicare perfetta ed intoccabile prima che i miei occhi furono costretti a guardare questo scempio :

– E la ragazza si avvicinò delicatamente come suo solito fare alla bilancia dell’ortofrutta, si chinò leggermente per prendere uno di quei sacchettini trasparenti quando il ragazzo (io) poco dietro di lei che continuava a fissarla per la sua infinita bellezza vide alzarsi la giacca e la maglietta e abbassarsi leggermente i pantaloni, già con la bava alla bocca notò che lei aveva una lunga canottiera nera infilata dentro ad un perizoma bianco con i cuoricini rossi..-

Ma dico io ma porca di una puttana va bene l’intimo bianco orrendo con i cuoricini rossi ma come cazzo fai a portare la canottiera dentro il perizoma !?!!?!!

INACCETTABILE !!

Permalink 2 commenti